sabato 5 settembre 2020


 Atlanterhasveien in norvegese, Atlantic Road nella lingua internazionale, poco meno di 10 km gettati in modo fantasioso e capriccioso su di una manciata di isolotti tra Molde e Kristiansund. Elogio della follia autostradale.








lunedì 17 agosto 2020


 Si parte, mentre la nebbia avanza dal mare...

Bergen





 

 

 Oslo ci accoglie di buon mattino con una fitta nebbia, facciamo benza e ci immergiamo con rassegnata delusione in questa opaca umidità. Poi, salendo verso Bergen, la giornata si trasforma decisamente in un tripudio di sole e di sfavillanti colori scandinavi....proprio quello che cercavamo!

 Una tirata da asini in un giorno: casa, Lubecca, Copenaghen. Poi ci si imbarca sulla nave per Oslo e qui si tira il fiato due volte. La prima riposando finalmente per mezza giornata e notte. La seconda, quando scopriamo con sollievo che il nostro sbarco ad Oslo non viene bloccato dalle autorità sanitarie norvegesi.

 E così ognuno di noi si è organizzato a modo suo. Per me, la scelta è stata quella di coccolarmi mia figlia in un viaggio verso i fiordi.